Illuminazione corridoio

Luce per illuminare il corridoio della casa

In ogni dimora anche le zone di passaggio: ingresso, corridoi, disimpegni, percorsi tra una stanza e l’altra, devono essere chiari e visibili e quindi illuminati con attenzione oltre ad offrire spazi scenografici; vale la regola delle diverse tipologie di illuminazione combinate fra loro.

Lo spazio scenografico serve a garantire un effetto di comfort ambientale e percezioni gradevoli al colpo d’occhio.

Il corridoio richiede un’illuminazione generale più debole però di quella delle stanze principali.
Si consigliano gli spot, così l’illuminazione generale rimane tenue ma il punto che viene messo in risalto è forte e vivace.

Alcuni effetti gradevoli e funzionali: chiaroscuro, atmosfera, accoglienza, si ottengono mettendo insieme luci d’accento per valorizzare alcuni punti, a fonti luminose di più ampio respiro.

Per ottenere tutti questi effetti, ci si può avvalere di:

  • faretti da incasso o esterni orientabili in diverse zone; lampade da muro posizionate a distanze regolari;
  • lampade da appoggio sul ripiano dell’ingresso faretti da incasso fissi, posizionati a distanze strategiche;
  • lampade a sospensione, posizionate al centro degli ambienti (se di forma quadrata o poco rettangolare).


Si consiglia di non adoperarli nei locali stretti e lunghi, ad esempio i corridoi, salvo nei casi in cui se ne posizionino diversi a distanze regolari. Le distanze da rispettare nella messa a punto dei faretti lungo tutto il tratto di varie zone di un percorso, es. un lungo corridoio, devono essere regolari. Per ogni faretto, meglio scegliere una lampada a incandescenza alogena dicroica, da 50 watt.

Per i faretti orientabili si consiglia di posizionarli o nei punti di illuminazione oppure in successione e orientati in direzioni diverse, con lampadine ad incandescenza alogene a 75 Watt. Posizionare bene tali fonti di luce da orientare in modo da evitare zone d’ombra e nel contempo creare effetti di chiaroscuro.

A volte alcuni angoli di passaggio sono abbastanza ampi e talora spogli di arredi, in questi casi per avere effetti piacevoli si potrebbero illuminare mediante lampade d’atmosfera, da terra o da appoggio.

Il corridoio, comunque, necessita di illuminazione perfetta, giacché molto spesso sono sprovvisti di finestre e molto sgradevoli, poiché l’occhio tarda a regolarsi tra le aree illuminate e quelle buie. Inoltre, un’illuminazione ben elaborata rinvigorisce la direzione del corridoio.

Il controsoffitto acustico solitamente è il posto migliore in cui posizionare gli incassi per le luci. I sistemi Ecophon sono stati sviluppati per contenere diversi tipi di installazioni. La griglia è forte e diventa facile e sicuro creare le passaggi per l’illuminazione, riducendo così il rischio di eseguire discutibili attività d’installazione.

Il sistema di illuminazione integrata - una soluzione attraente che offre una luce piacevole a tutto il corridoio - include i pannelli del controsoffitto con incassi integrati per le luci.

In questo modo si evitano i diversi componenti fastidiosi e si ottiene un incasso integrato con facilità nel controsoffitto. La facilità nella pulizia dell’incasso per le luci su entrambi i lati è ottenuta mediante la rimozione del pannello del controsoffitto. Vivere bene equivale a illuminare eccellentemente la nostra casa!

Decisamente meglio studiare le future esigenze di lavoro, di studio e di comodità piuttosto che accontentarsi di sistemare solo dei punti luce in ogni ambiente in modo che diano il minimo di illuminazione per potersi muovere.

Partire dalla consapevolezza delle attività da svolgere in quella determinata stanza e di conseguenza pianificare un possibile schema di illuminazione. Ad esempio negli ingressi, corridoi e disimpegni l’illuminazione dipende molto da gusto personale, anche se è opportuno fare in modo che la luminosità degli ambienti faccia vedere bene i luoghi con gradini o scale.

Se si desidera un ingresso luminoso, potrete installare dei faretti a soffitto o delle applique che riflettano la propria luce contro le pareti.

L’illuminazione di scale d’accesso è molto importante perché rende visibile e sicuri i gradini, la soluzione più idonea potrebbe essere quella di utilizzare punti di irraggiamento che rendano uniforme la luce dell’ambiente.

I corridoi d’accesso alle varie camere possono essere illuminati con delle applique poste ad un’altezza di circa 2.30-2.50 metri da terra, illuminano senza abbagliare; qualora all’interno del corridoio ci siano mobili colmi di oggetti, è meglio scegliere un lampadario semplice che non ingombri, sistemarlo in modo che irradi una buona porzione del suo fascio luminoso verso il mobile.

Un’altra soluzione è quella di utilizzare delle lampade incassate nel soffitto che sistemate con attenzione offrono una illuminazione omogenea. In definitiva, dunque, ricordarsi che per risparmiare tempo e denaro è necessario stendere su un semplice foglio di carta dei piccoli schemi, al fine di progettare a priori l’ambiente finale.