Illuminazione negozio

Luce per illuminare il negozio

Allestire l’illuminazione del negozio significa far attenzione a diversi aspetti: fattore estetico delle lampade utilizzate e una buona visione d’insieme dell’ambiente per svolgere al meglio il lavoro (sia da parte dei titolari che per coloro che lavorano alle sue dipendenze).

Pertanto tutti gli ambienti necessitano di una luce specifica, proprio come un ambiente familiare, che permetta di cercare ed esaminare con limpidità e sveltezza i prodotti esposti e non.

Non si può trascurare la creazione e l’ideazione di un’oculata progettazione, che miri alla scelta dell’ubicazione di punti luce, senza trascurare la valutazione dettagliata delle varietà di lampade idonee.

Pertanto occorre optare per un’illuminazione di tipo generale per il controllo e la visione d’insieme di tutto il locale, senza alcuno sforzo per la visibilità e la vista stessa di chi opera all’interno dell’attività commerciale.

Fattori indispensabili, dunque, sono: luce confortevole; temperature di colorazione calde; sensazione di accoglienza, di trattamento e di estrema ospitalità.

Per irradiare ala perfezione la luce si deve scegliere una tipologia di lampade che effondano una chiarore direzionale; in tal modo qualsiasi oggetto in vendita avrà ed acquisterà sempre maggior valore.

I probabili compratori (convinti o non) vengono attratti dal gioco di luci, le quali migliorano sensibilmente la loro percezione in rapporto agli articoli esposti; da qui scaturisce anche sicura probabilità di affari ed introiti per il proprietario dell’esercizio.

La ricerca del negozio che fa al proprio caso è un aspetto da non sottovalutare, si parte dalla “vetrina” del rivenditore preferito, che con professionalità sottopone alla nostra visione gli svariati cataloghi per le esigenze descritte.

Pertanto gli espositori dovranno essere rischiarati con precisione sia dentro l’ambiente che negli espositori – le classiche “vetrine” che catturano l’attenzione del compratore – che si affacciano sulle strade. Qui entrano in gioco le varie specialità di fari, grandi o di medie misure; dotati di dispositivi per un orientamento facile verso l’oggetto cui dirigere lo sguardo del potenziale acquirente.

La luce, efficiente ed adeguata, deve essere sempre studiata con attenzione; deve provenire da fari non molto voluminosi, ma capaci solo di produrre un fascio compatto ed efficiente.

Prestare attenzione ad evitare che in qualche modo i faretti possano disturbare lo sguardo di coloro che si fermano sia per acquistare che per ammirare la merce in esposizione.

La scelta può cadere sui sistemi a blocchi e componibili: una tipologia di predisposizione che risolve tutte le esigenze, ancorati ad una struttura di binari e possono contenere sia sorgenti di illuminazione a diffusione che faretti orientabili per l’illuminazione direzionale.

Esistono modelli di sistemi modulari, compresi quelli morbidi; qualora si voglia regolare la potenza della fonte luminosa, esistono particolari strutture dimerabili che permetteranno di variare e migliorare la luminosità in rapporto alla quantità di luce stessa dell’ambiente del negozio, persino durante tutto la durata della giornata.

Affidarsi all’intuito, alla progettazione studiata e rivista, all’obiettivo da raggiungere, significa anche scegliere il design migliore di lampade e lampadari.

Se ne trovano in svariate quantità e qualità, dotati di forge inconsuete ed eccezionali, oltre che di materiali specifici e adatti allo stile che si vuol dare al proprio esercizio di vendita.

Da ciò scaturirà il grado di spiccata professionalità, che attrae il cliente che va alla ricerca della raffinatezza e dell’eleganza presente nei dettagli.

Da qui, dunque, il risultato che la “Vetrina” del proprio negozio diventa la vetrina di sicura vendita, perché si presenta invitante, accogliente e generosa di merce ben esposta.

Una buona illuminazione è, dunque, una sorta di “valore aggiunto”; se studiata nei particolari e con professionalità darà senz’altro i suoi frutti.

Occorre sfatare l’idea che soltanto le vetrine della merce più preziosa o per abbigliamento debba presentarsi speciale, perché qualsiasi prodotto ha bisogno di essere in evidenza mediante una valida tecnica di illuminazione - si tratti di cibi, abbigliamento, gioielleria o quant’altro presente in commercio.

In sintesi, dunque, occorre preparare un’illuminazione puntata direttamente ed efficacemente sui prodotti esposti da cui ottenere privilegi e prerogative sicuri.

I faretti, appositamente nascosti allo sguardo diretto, sono disposti in vari modi: all’ interno di ripiani luminosi, ad incasso in controsoffitti, nelle pareti con montaggio a controcassa o al pavimento.

La perfetta scelta della luminosità consente di mostrare elegantemente i prodotti nelle vetrine o teche, realizzando una sorta di scenografia atta a catturare l’attenzione e la fantasia del cliente; mette in relazione il gusto personale con il valore insito nelle merce esposta e contenuto nella qualità delle marche ben in vista.

Le splendenti lampade ad alogeni sono un’eccellente possibilità per ottenere nel contempo un utile risparmio di energia. Ogni cosa potrà essere ostentata nella luce migliore – dal più piccolo oggetto pregiato alle grandi esposizioni che attraggono i clienti da lontano.