Illuminazione ufficio

Luce per illuminare un ufficio

L’ atmosfera da vivere in ufficio dovrebbe sempre essere piacevole, affinché ciò si realizzi l’illuminazione dell ufficio deve essere adeguata alle necessità, mai abbagliare per non disturbare la vista nelle ore lavorative.

Pertanto occorre offrire le condizioni migliori per aumentare la capacità visiva e migliorare il rendimento del lavoratore ed influire positivamente sull’umore delle persone. Il colore della luce dovrà essere corrispondente all’atmosfera che si vuole conseguire, il posizionamento valido e la giusta direzione del fascio luminoso non dovranno produrre ombre fastidiose.

Effetto positivo sulla qualità del lavoro si ottiene aumentando il comfort visivo e innalzando la qualità della visione, con una distribuzione armonica della luminosità e una perfetta resa dei colori.

Intanto si parte dalla luce naturale proveniente dalle finestre, con la conseguente vista sull’esterno, che fa da stimolo positivo per la vista; difatti coloro che svolgono un lavoro in uffici interni mostrano a volte minore disponibilità produttiva rispetto a coloro che lavorano in uffici con finestre.

La giusta combinazione di illuminazione naturale e artificiale, illuminazione d’ambiente e illuminazione individuale collabora in modo determinante alla fruizione di ambienti di lavoro piacevoli e stimolanti al fine di ottenere concentrazione e benessere generale.

Considerato che gli ambienti destinati ad usi differenti all’interno dell’ufficio hanno diverse necessità di illuminazione, si capisce che non può esistere un livello di illuminazione uniforme per tutti perciò ci si limita almeno a consentire ai dipendenti di avere un controllo individuale della loro illuminazione personale.

Attualmente gli uffici sono ambienti multiformi e coinvolgono un´ampia gamma di compiti visivi e quindi poter servire ambienti di lavoro in rapido cambiamento, l´illuminazione deve risultare flessibile e sensibile ai mutamenti mediante fonti con efficiente resa cromatica.

L´uso intensivo di monitor richiede un abbaglio minimo degli schermi e un basso contrasto luminoso nelle postazioni di lavoro; funzioni di regolazione o spegnimento automatico sono in grado di massimizzare la verifica individuale e ridurre i costi energetici. Problemi di illuminazione negli uffici sono più o meno legati in quantità maggiori lì dove sono presenti postazioni di computer; in tal caso si tratta di progettare luce ergonomica per tale attività.

La luce ambientale deve essere perfettamente regolata per non contrastare con la luminosità dei monitor e con quella necessaria nel momento in cui le attività passano dai computer al cartaceo.

Si evince, dunque, quanto l’illuminazione sia elemento chiave per il buon esito di un’azienda, è in sostanza la realtà; essa è un fattore esplicitamente collegato all’aumento del rendimento. Svolgere un lavoro in un ufficio o in un impianto di produzione bene illuminato vuol dire svolgere con più facilità e piacere la propria attività con un indiscutibile aumento delle funzioni.

Primo accorgimento è quello di studiare la luce all’interno degli ambienti di lavoro, affinché sembri il più possibile una luce naturale, e di indicare una giusta proporzione di contrasti tra luce e ombra. Per ideare una valida illuminazione si parte dallo studio degli spazi e delle postazioni di lavoro in cui posizionare le luci, evitando nel limite del possibile oscillazioni di intensità nel corso del tempo.

Valida ed efficace può essere la combinazione di vari tipi di sorgenti luminose: faretti a led, lampade fluorescenti e alogene, tutti strumenti atti a generare una buona luce, bilanciando luce diretta e luce indiretta.

Ottimi risultati dal punto di vista architettonico e dell’illuminotecnica sono stati raggiunti dalla creazione di lampade di evoluzione tecnica e del design. Si tratta di lampade dalle forme varie, di dimensioni ridotte tali da essere con facilità inserite in controsoffitti o in altri punti a scomparsa.

Il risultato è sia una buona luminosità che una estetica valida e adatta a vari tipi di arredamento da uffici. Inoltre assicurano una lunga durata prima di essere sostituiti, scarsi interventi di manutenzione, risparmio energetico ed economico, diminuzione di costi e di spese ed in ulltima analisi diminuzione di infortuni sul posto di lavoro.

Per maggiore chiarezza si fa presente che la predisposizione dell’illuminazione dovrà concentrarsi sulle diverse esigenze delle attività che regolano la vita in ufficio ottenendo il massimo rendimento della luce solare attraverso l’orientamento dell’edificio, le dimensioni e la posizione delle finestre.

Il tutto deve essere Integrato con apparecchi di illuminazione a basso grado di alterazione ad alto rendimento, e manutenzione semplificata.

Ogni impianto di illuminazione accuratamente studiato è in grado di accrescere la redditività e il benessere e di contribuire a migliorare l’umore e la disponibilità del lavoratori.